SEMPRE PIÙ IN ALTO

SEMPRE PIÙ IN ALTO

L’efficienza e la sicurezza sono al primo posto per chiunque voglia costruire verso l'alto in uno spazio ristretto, lo sa bene anche Toni Würsch. Il muratore diplomato è ora conduttore di lavori edili alla Marti ed è responsabile dell'edificio più alto della Svizzera.

Abb02_RocheTower_ToniWuersch

Il cantiere della Torre Roche “Bau 2” si trova nel centro di Basilea. Quello che è iniziato nel giugno 2018 con una soletta con uno spessore di due metri e mezzo, ora si estende per 205 metri verso l’alto - rendendolo l'edificio più alto della Svizzera. Il 38enne Toni Würsch è il conduttore di lavori edili della Marti Zürich e il progetto di costruzione è gestito in collaborazione con la filiale basilese dell’impresa. Grazie al metodo di costruzione con casseforme rampanti per getti in verticale è stato possibile portare avanti due cantieri simultaneamente: le pareti di cemento prima e i soffitti in un secondo momento. La squadra di Toni Würsch, composta da capi muratori, capi squadra, muratori, casseratori e operai edili, ogni sette-dieci giorni innalzava un piano - 53 in tutto, compresi 3 piani interrati. In parallelo, centinaia di operai specializzati di varie aziende eseguivano i lavori di finitura nei piani inferiori. «Sopra si gettavano muri, mentre sotto si stava già arredando» dice Toni Würsch con aria soddisfatta. Nel dicembre 2020 c’è stata l’ultima gettata, secondo il conduttore di lavori edili e la sua squadra, il lavoro più difficile è stato fatto.

Abb03_RocheTower_ToniWuerschPortraet

La sicurezza prima di tutto
Il tenere conto degli spazi è stata la sfida più grande. «Il terreno non è grande, ma il quantitativo di materiale da costruzione è enorme». Il sistema logistico in loco e la piattaforma di stoccaggio hanno permesso alla squadra di costruzione della Marti di progredire rapidamente. Secondo il principio «Just in time», tutti i materiali da costruzione sono stati consegnati e immediatamente installati. «Tutto questo non avrebbe funzionato senza un coordinamento e una pianificazione precisi» dice Toni Würsch. Ogni fase di lavoro doveva essere controllata, anche per motivi di sicurezza. «Più avanzava la costruzione della struttura grezza, più forte era l’influsso del meteo» dice Toni Würsch. Un sistema ingegnoso con casseforme rampanti e schermi antivento ha protetto la squadra del cantiere da questo problema.

Abb04_RocheTower_Kletterschalung

Molte professioni in una
Il percorso di Toni Würsch per diventare il conduttore di lavori edili dell’edificio più alto della Svizzera è iniziato con un apprendistato di muratore. «La professione in sé e il lavoro artigianale all’aria aperta mi hanno sempre attirato» ricorda Toni Würsch. Oggi si trova sul cantiere per delle ispezioni. Poi controlla l'avanzamento dei lavori, la qualità e la sicurezza – per il resto del tempo è in ufficio e si occupa dell'organizzazione. Per Toni Würsch, il contatto con le persone diverse una dall’altra è una delle cose più belle del suo lavoro: «Dico sempre che sono un tecnico, un pianificatore, un segretario, un mediatore e uno psicologo». Tutte qualità che gli sono state utili in questo progetto. Ma Toni Würsch precisa: «Non si fa un progetto come questo da soli – dietro c'è una squadra». Una squadra con i piedi per terra e coesa, anche ad altezze record, e che mostra una volontà ferrea con qualsiasi tempo. Queste sono qualità che distinguono anche i muratori.

Ulteriori dettagli sul progetto nel teaser della Marti AG relativo alla torre Roche “Bau 2”: https://vimeo.com/504408481/fc861b7dbf

Le foto sono state concesse dalla Marti AG.

Una carriera nella costruzione ha molto da offrire. Le imprese di costruzioni svolgono un ruolo centrale nell’attrarre, formare e mantenere nel settore i lavoratori qualificati del futuro. È sui cantieri delle singole imprese che si decide se i collaboratori di talento interessati rimangono nel settore e se possono diventare delle figure chiave. Molti membri della SSIC fanno un ottimo lavoro al riguardo. Nella sua campagna pubblicitaria delle professioni, la SSIC si basa deliberatamente su storie valide, raccontate direttamente dalle imprese stesse.

Se anche la Sua impresa porta avanti un progetto interessante per gli apprendisti, si metta in contatto con noi e invii foto e input al seguente indirizzo e-mail: berufswerbung@baumeister.ch.