ZERO O UNO?

ZERO O UNO?

La digitalizzazione rivoluziona anche il settore dell’edilizia e del genio civile. La Käppeli Digital AG di Sargans è stata creata proprio per questo. Ecco come funziona l’edilizia digitale.

Le postazioni di lavoro dei cinque collaboratori di Pascal Bonderer, amministratore di Käppeli Digital AG, assomigliano un po’ a delle postazioni per gamer professionisti. Almeno tre schermi e strumenti digitali a perdita d’occhio. Solo i dati di volo e di scansione acquisiti all’esterno richiedono undici terabyte di spazio, sufficiente per memorizzare 2 750 000 foto o 5500 ore di film in HD! Ma da dove vengono tutti questi dati?

«Ad esempio, realizziamo rilievi di edifici, edifici storici o terreni. Con il nostro laser scanner terrestre 3D siamo in grado di registrare in alta risoluzione ciò che si desidera in brevissimo tempo. Questa cosiddetta nuvola di punti si compone di milioni di singoli punti e insieme genera una nuvola di punti 3D che ci permette quindi di generare dati di pianificazione 2D o 3D.»

Digitale Planung

In passato tutto era molto più complesso, occorreva un teodolite o un sistema GPS con misurazioni di singoli punti. Oggi a Pascal Bonderer basta portare con sé la pratica valigia contenente lo scanner. L’apparecchio ha un costo molto elevato, ma fornisce anche dati affidabili: lo scanner si posiziona rapidamente e non appena si preme Start realizza già una scansione completa che si può vedere sul cellulare nel giro di alcuni minuti. Inoltre, lo scanner sfrutta alcuni punti fissi, per cui può essere collocato in un qualsiasi posizione per i rilievi successivi che vanno ad aggiungersi senza soluzione di continuità a quelli precedenti.

GPS-Stock

Per i rilievi, usiamo un drome per riprendere dall’alto gran parte dei futuri cantieri dell’azienda. Alessia Figaroli è disegnatrice specializzata in architettura del paesaggio ed è la new entry del team digitale. «Il lavoro mi piace molto. Ho una conoscenza approfondita dei settori dell’edilizia, del genio civile, delle costruzioni sotterranee e delle opere idrauliche. Nel settore paesaggistico si utilizza ancora molto il disegno a mano. Qui tutto è digitale, dopo tre mesi di inserimento ho acquisito le basi necessarie.» Uno dei prodotti finali delle riprese realizzate con droni può essere i modelli di superficie per la costruzione di strade, che possono essere trasferiti direttamente sulla macchina con sistemi di controllo 3D.

«Per i modelli tridimensionali del terreno utilizziamo un drone per rilevamenti topografici professionale. La fotocamera integrata scatta foto da diverse angolazioni», spiega Pascal Bonderer. «Il drone è dotato di un ricevitore RTK-GPS e di un modulo radio e vola in modo autonomo. Può rimanere in volo per 59 minuti. In questo lasso di tempo riesce a coprire parecchi ettari. Anche questi dati, una volta analizzati, producono una nuvola di punti che, combinati, generano una rappresentazione del terreno». Il ricevitore montato sul bulldozer trasmette le informazioni inviate dalla stazione totale direttamente al sistema in cabina. L’operatore macchina vede così sul suo monitor tutti i dati necessari. «Utilizziamo il nostro know-how e la nostra infrastruttura digitale anche per altre imprese di costruzione», dichiara Pascal Bonderer.

Testo: B. Magazin

Una carriera nella costruzione ha molto da offrire. Le imprese di costruzioni svolgono un ruolo centrale nell’attrarre, formare e mantenere nel settore i lavoratori qualificati del futuro. È sui cantieri delle singole imprese che si decide se i collaboratori di talento interessati rimangono nel settore e se possono diventare delle figure chiave. Molti membri della SSIC fanno un ottimo lavoro al riguardo. Nella sua campagna pubblicitaria delle professioni, la SSIC si basa deliberatamente su storie valide, raccontate direttamente dalle imprese stesse.

Se anche la Sua impresa porta avanti un progetto interessante per gli apprendisti, si metta in contatto con noi e invii foto e input al seguente indirizzo e-mail: brfswrbngbmstrch.