Scavalcare i cantieri

Scavalcare i cantieri

I lavori di costruzione su strade trafficate creano spesso ingorghi e disturbano quindi parecchio il traffico. Per i cantieri sull'autostrada, l'USTRA pianifica ora di utilizzare una struttura ausiliaria: l’ASTRA Bridge.

Le cifre parlano da sé: in Svizzera entro il 2040 è previsto un aumento del traffico fino al 20% in più rispetto ad oggi. La manutenzione delle strade diventerà più complessa e al contempo a causa dell'aumento del traffico le finestre temporali per i lavori di manutenzione notturni si ridurranno. La sfida per eseguire con successo i lavori sulle autostrade non sarà certo meno impegnativa. Già oggi si osserva questo sviluppo, dice Jürg Merian, capo progetto USTRA. Lavora all'USTRA da 13 anni, dopo aver completato un apprendistato come disegnatore del genio civile e aver seguito poi le formazioni supplementari come muratore, capomastro e conduttore dei lavori edili.

Abb02_ASTRABridge_JuergMerian

«Sta diventando sempre più impegnativo anche garantire la sicurezza dei lavoratori edili», riferisce. Per esempio, accade ripetutamente che di notte gli automobilisti invadano le aree di cantiere. Cosa fare? L'USTRA ha una risposta: costruire un ponte mobile.

Alto 4,32 metri, largo 7,30 metri e lungo 236 metri - così sarà il ponte, che è in fase di sviluppo presso ARGE Marti Technik & Senn AG dal 2019. Il ponte sarà eretto sopra il cantiere autostradale, e dovrebbe essere assemblato in 14 ore. Gli utenti della strada potranno salire e scendere dal ponte tramite delle rampe a una velocità di 60 km/h.

Abb03_ASTRABridge_Seite
Abb04_ASTRABridge_Front

C'è il rischio che gli utenti della strada rallentino a causa della situazione inusuale e quindi creino degli ingorghi. Dopo un periodo di familiarizzazione, tuttavia, l’ASTRA Bridge sarà in grado di dare un importante contributo alla riduzione di colonne causate dai cantieri autostradali. Al giorno d'oggi, i lavori di risanamento autostradale riguardano spesso entrambe le direzioni di marcia, poiché il traffico della corsia sulla quale si lavora deve essere deviato sulla corsia della direzione opposta. Poiché con l’ASTRA Bridge i veicoli vengono condotti sopra il cantiere, il traffico della direzione opposta non è praticamente influenzato dai lavori.

L'idea di "scavalcare" i cantieri non è necessariamente nuova. Con la cosiddetta rampa Fly-Over, gli attraversamenti stradali possono già oggi essere risanati in uno spazio di lavoro di circa tre metri senza fermare il traffico. Ispirata al modello precedente, questa idea è stata ulteriormente sviluppata con l'ASTRA Bridge. Da un lato, il ponte è dotato di ruote ed è quindi mobile. D'altra parte, c'è molto più spazio disponibile per lavorare sotto l'ASTRA Bridge con circa 100 metri di area di lavoro. «L’ASTRA Bridge è unico nel suo genere», dice Jürg Merian.

Abb05_ASTRABridge_Visualisierung2

Lo sviluppo del ponte è in una fase avanzata: nella primavera del 2022, sarà utilizzato come parte di un progetto pilota per il rifacimento della pavimentazione sul tratto dell’A1 tra Recherswil e Luterbach, il cantiere dovrebbe poi essere finito nel 2023.

«Questa innovazione può anche avere un impatto positivo sulla vita professionale dei costruttori di strade», è convinto Jürg Merian. «Con l’ASTRA Bridge, le persone dovranno fare meno lavoro notturno e potranno lavorare in sicurezza in aree separate dal traffico». Il lavoro può essere eseguito con il normale carico stradale. «Chi lavora sulle autostrade può avere una vita sociale più regolare grazie all’ASTRA Bridge». Buone prospettive per tutte le persone coinvolte: non solo gli ingorghi dovuti ai cantieri dovrebbero appartenere sempre più al passato, ma anche i turni di notte per i lavoratori edili in autostrada.

Una carriera nella costruzione ha molto da offrire. Le imprese di costruzioni svolgono un ruolo centrale nell’attrarre, formare e mantenere nel settore i lavoratori qualificati del futuro. È sui cantieri delle singole imprese che si decide se i collaboratori di talento interessati rimangono nel settore e se possono diventare delle figure chiave. Molti membri della SSIC fanno un ottimo lavoro al riguardo. Nella sua campagna pubblicitaria delle professioni, la SSIC si basa deliberatamente su storie valide, raccontate direttamente dalle imprese stesse.

Se anche la Sua impresa porta avanti un progetto interessante per gli apprendisti, si metta in contatto con noi e invii foto e input al seguente indirizzo e-mail: brfswrbngbmstrch.